I libri del 2017

Un anno di letture non troppo entusiasmante, con alcuni libri più che buoni, certo, ma anche un po’ di perdite di tempo e denaro e tanta, ma tanta, forse troppo, roba nella media.

L’elenco dei libri letti nel 2017 in ordine più o meno cronologico:

  1. Gli anni della leggerezza, E.J. Howard *** – un libro carino, ma non abbastanza da farmi venir voglia di leggere il resto della saga;
  2. L’anno della lepre, A. Paasilinna ***1/2 – semplice, arguto e divertente;
  3. Dune, F. Herbert *** – è fantascienza e va bene così;
  4. Gli intrusi, G. Simenon ***  – forse da Simenon mi sarei aspettata qualcosa in più…;
  5. L’una e l’altra, A. Smith *** – strano, non saprei definirlo diversamente;
  6. La donna faraone R. Giacobbo ** – proprio no;
  7. Numero 11, J. Coe **1/2 – leggere uno dei tuoi autori preferiti e scoprire che stavolta ha scritto una totale boiata non è una gran bella sensazione, la mezza stellina ce l’ha solo perché è lui;
  8. Atti osceni in luogo privato, M. Missiroli *** – un bel libro, ben scritto, forse un tantino troppo invadente l’autore;
  9. Il bordo vertiginoso delle cose, G. Carofiglio *** – che m’importa se le storie scritte da Carofiglio sono belle o brutte? Lui scrive benissimo, punto;
  10. Il profumo delle foglie di tè, D. Jefferies **
  11. I miei genitori non hanno figli, M. Marsullo *** – carino, non molto di più;
  12. Le solite sospette, J. Niven *** – scene paradossali, sano humor nero e risate assicurate;
  13. Middlesex, J, Eugenides **** – uno dei più bei libri di sempre, Callie/Cal è uno di quei personaggi che ti resta attaccato addosso per un bel po’ di tempo;
  14.  Era di maggio, A. Manzini *** – Rocco Schiavone è sempre una garanzia;
  15. Lacci, D. Starnone *** – inaspettatamente piacevole;
  16. Viva più che mai, A. Vitali * – primo Vitale letto e probabilmente resterà anche l’unico;
  17. La notte mi fai impazzire, P. Buttafuoco *** – Artemisia Gentileschi è una delle mie pittrici preferite e se ciò non bastasse, c’è la bellissima penna di Buttafuoco a fare di queste poche pagine una gran bella lettura;
  18. Schiavo d’amore, S. Maugham **1/2 – una fatica arrivare sino in fondo… ;
  19. Il libro degli specchi, E.O. Chirovici **1/2
  20. Alaska, B. Novak **
  21. L’altro capo del filo, Camilleri **
  22. La strada, C. McCarthy **** – libro bellissimo, il più bello letto quest’anno;
  23. La ragazza senza ricordi, C.L. Taylor **
  24. Le otto montagne, Cognetti ***1/2 – boh, secondo me il successo avuto da Cognetti con questo libro, ci sta tutto;
  25. Agnes Grey, A. Bronte * – ci ho provato, ma non sono riuscita ad arrivare in fondo;
  26. Qualcuno con cui correre, D. Grossman ***1/2 – oggi lo definirebbero un YA e sarebbe un vero peccato;
  27. Leggenda privata, M. Mari **** – la Vera Scoperta di quest’anno, una scrittura ricercata e raffinata, per il 2018 si prevedono altre sue cose;
  28. La più amata, T. Ciabatti ** – per me detestabile;
  29. Longbourn House, J. Baker *** – se si parla di Lizzy e Darcy io non sono più razionale;
  30. Guida galattica per autostoppisti, D. Adams ***1/2 – divertentissimo;
  31. Maria di Isili, C. Manu *** – ottimo esordio questo di Manu, si attendono altre belle cose;
  32. Moby Dick, H. Melville **** – un’impresa titanica, ancora in corso, purtroppo;
  33. Le nostre anime di notte, K. Haruf **** – ultimo Haruf che si possa leggere, peccato;
  34. Prima di me, J. Barnes *** – nero, dissacrante, irriverente, molto bello;
  35. Pulvis et umbra, A. Manzini *** – Di rocco ho già detto? Sì, ho già detto;
  36. Gin tonic ad occhi chiusi, M. Ferrante **1/2 – divertente a tratti;
  37. Il potere del cane, D. Winslow *** – un libro per stomaci forti;
  38. 4 3 2 1, P. Auster **** – bello, bello, bello, bello;
  39. Le Cosmicomiche, Calvino *** – è Calvino e tanto basta;
  40. The Hate U give, A. Thomas *** – un tema duro vissuto con la leggerezza e la drammaticità dei 16 anni.

23376123_10213363925400179_4760883664156184845_n

 

Annunci