#appuntidiviaggio 2017_11_05

§1
E anche stavolta ce l’ho fatta a prendere il treno nonostante: pranzo tardivo, approntamento bagaglio tardivo, operazione di restauro cappella sistina tardiva, rassetto camera tardivo. E grazie anche alla complicità di Trenitalia, che con i suoi 10 minuti di ritardo, mi consentirà (si spera) di prendere all’ultimo minuto l’ultimo autobus per rientrare a casa.
Però ci tengo a precisare che non sono mai in ritardo io. Io creo suspance (16.38)

§2
La moda degli scalzati è sempre in auge (17.48)

§3
Anche Trenitalia crea suspance: 20 min di ritardo e fermi a Roma Tiburtina prima ancora di entrare in stazione.
Si necessita di teletrasporto (18.11)

§4
Intanto la zona nord della carrozza si è organizzata, manca giusto o’ ccafè è na zeppolella.
Tra gli altri argomenti, discussioni sui massimi sistemi: “a nui nun ce ne fott proprio, ci facimm li fatt nuosti” (19.23)

§5
– ma questo sta viaggiando come un regionale (urla)
– signo’ ma mi vulite ricer pecché iate ri fretta?
– e pecché m’aggio sfastiriato ri sta ‘ncoppa lu treno
– FRANCO FRANCO scusami qua dobbiamo fare una vertenza
Dalla carrozza 8 è tutto (forse) con la certezza che si sia sentita la conversazione fino alla 1 (20.10)

§6
Trenita’ ti è costato poco sto ritardo… (20.38)

23132112_10213327627052743_591505252076666327_n

Annunci