Lacci

lacci-scarpe-oro

dal web

Un libro che non mi aspettavo mi sarebbe piaciuto.

Di Starnone avevo iniziato a leggere anni fa Ex Cathedra. Non sono riuscita a superare, credo, neanche le prime 20 pagine, l’ho trovato un autore supponente, antipatico e lo avevo archiviato, bollandolo con un marchio che non ammetteva repliche: insopportabile.

Per questo ho sempre evitato di leggere altre cose sue. Ma il web e e i suoi mille fili, proprio come lacci mi hanno accalappiato, le recensioni lette, i giudizi condivisi dagli amici e la buona offerta in e-book mi hanno convinta a dare a Starnone una seconda possibilità. Nonostante tutto, però, mi sono accostata al libro con grande scetticismo e la certezza di non riuscire a finirlo.

Invece il libro mi ha preso e sorpreso; la storia mi ha coinvolto; ai personaggi mi sono affezionata, specie a quel padre troppo pavido e a quella figlia così tormentata.
Il libro è breve, si legge in fretta, probabilmente con qualche pagina in più sarebbe risultato ridondante e inutile, mentre così la trama regge.

71hu4aszifl

da Amazon

Starnone ha (ri)costruito in poche pagine una storia di ambizioni, sofferenze, mortificazioni e illusioni, vissuta da punti di vista differenti, in maniera asciutta, senza troppi fronzoli o ammiccamenti e scritta bene.

domenico-starnone

… che tu lo voglia o no il dato di fatto è questo: io sono tua moglie e tu sei mio marito, siamo sposati da dodici anni – dodici anni a ottobre – e abbiamo due figli, Sandro, nato nel 1965, e Anna, nata nel 1969. Ti devo mostrare i documenti per farti ragionare?

 

Annunci